Il Coaching è una terapia?

Ci sono momenti nella vita in cui non ci sentiamo appagati, nel lavoro, nelle relazioni, in famiglia, con gli amici e sentiamo il bisogno di cambiare la situazione in cui siamo bloccati. Oppure, ci sono momenti in cui siamo confusi circa la direzione da prendere e non riusciamo a trovare una soluzione.

Se ti trovi in una situazione come queste e hai deciso di farti aiutare da un professionista, allora puoi scegliere se affidarti a un terapeuta oppure a un life coach.

In effetti, la terapia è spesso il pensiero predefinito perché la terapia ha il vantaggio dell’anzianità mentre il life coaching, in Italia, è una disciplina relativamente nuova.

È chiaro che se sai di soffrire di depressione, schizofrenia, disturbo bipolare, gravi problemi di autostima, sindrome da stress post-traumatico, problemi di gestione della rabbia, forme di dipendenza o se haio sofferto di qualcosa del genere in passato, allora la strada obbligata è la terapia.

Negli altri casi, puoi scegliere se lavorare sul tuo problema e allora sceglierai la terapia, oppure sul tuo obiettivo, su come desideri davvero la tua vita e, allora, puoi affidarti a un life coach.

“Sono in sovrappeso” è un problema, “Voglio pesare 64 chili” è un obiettivo. “Non riesco ad applicarmi nello studio” è un problema, “Voglio superare l’esame” è un obiettivo. “Non riesco a trovare lavoro” è un problema, “Voglio aprire il mio negozio di abbigliamento” oppure “Voglio superare il colloquio di lavoro” è un obiettivo. A te la scelta su come affrontare la questione. I terapeuti lavorano sulla rimozione del problema, i life coach sul raggiungimento dell’obiettivo.

Gli esempi potrebbero continuare, ma sappi che il primo compito del life coach è di “spostare il cliente dal problema all’obiettivo” cioè di farti comprendere che esiste un altro tipo di esperienza rispetto al tuo problema che è ciò che desideri per la tua vita e, poi, di aiutarti a muovere verso quella direzione.

L’altra differenza sostanziale tra Life Coaching e la Terapia (a parte il tipo di cliente) è che il Life Coaching non si sofferma sul passato. Il Life Coaching guarda quasi sempre al futuro, mantenendo il cliente saldamente nel presente. Non sarebbe corretto dire che i terapeuti lavorano sempre e solo sul passato perché anch’essi, spesso, lavorano sulla pianificazione del futuro.  Al contrario, un Life Coach raramente incoraggia il cliente a guardare all’indietro, prima di tutto perché non ha la competenza per approfondire la storia delle persone per aiutarle a superare i problemi attuali. Inoltre, se c’è una cosa bella del passato è che è passato. Lasciamolo lì dove sta e pensiamo a migliorare il presente e il futuro.

Spero di essere stato chiaro sulla differenza fra Terapia e Life Coaching e voglio essere altrettanto  chiaro sul fatto che nessun Life Coach deve permettersi di occuparsi di persone con le problematiche descritte all’inizio perché, oltre a violare la legge, può provocare danni ancora maggiori. Se soffri di quei disturbi o ne hai il sospetto, rivolgiti a uno Psicoterapeuta abilitato alla professione.